Carabinieri Forestali, in un anno 48 mila controlli

Reati più frequenti scoperti abbandono rifiuti e bracconaggio

(ANSA) - TORINO, 18 FEB - In Piemonte, nel 2019, sono stati effettuati 48.414 controlli dai carabinieri forestali impegnati in attività di tutela del territorio, di contrasto di gestione illecita di rifiuti, di prevenzione e contrasto agli incendi boschivi, di prevenzione valanghe. È il bilancio dell'attività illustrato oggi dal generale Benito Castiglia, Comandante Regione Carabinieri Forestale "Piemonte".
    Tra i reati più frequenti c'è lo smaltimento illecito di rifiuti e il bracconaggio. "Motivo di pericolo anche per le persone che gravitano nelle aree in cui vengono fatte battute di caccia, anche notturne, fuori dai periodi consentiti - spiega Castiglia - Per i rifiuti le aree più critiche sono il Canavese e il Novarese. Si tratta di un aspetto difficile da contrastare, dove manca formazione e cultura". Tra le attività delle stazioni dei carabinieri forestali c'è anche il servizio Meteomont carabinieri per prevenire e prevedere il pericolo valanghe tramite l'emissione di un bollettino d'allerta: nel 2019 ne sono stati pubblicati 164. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie