Fase 2: Bellono (Cgil), troppo pochi controlli in aziende

'Cabina regia presso Prefettura non si riunisce da un mese'

(ANSA) - TORINO, 30 MAG - "Apprendiamo dai media che i carabinieri avrebbero svolto, a partire dal 4 maggio, 32 ispezioni in aziende della provincia di Torino per verificare le misure di sicurezza anti-contagio da Covid. A parte il fatto che le imprese iscritte alla camera di commercio sono 270 mila, è bene ricordare che la Gdf nella fase 1 aveva svolto circa 900 controlli, quasi tutti 'a distanza', al solo scopo di verificare l'appartenenza delle aziende controllate alle filiere cosiddette 'essenziali'". Lo afferma Federico Bellono, responsabile salute e sicurezza della Cgil Torino.
    "E gli Spresal e gli Ispettorati del lavoro? Quanti controlli sono stati complessivamente eseguiti? C'e stato un effettivo coordinamento da parte della Prefettura? La sensazione - dice Bellono - è che quando la sicurezza avrebbe dovuto essere verificata prima di ogni altra cosa ci si sia concentrati su altro, anche comprensibilmente, come le case di riposo, e che ora i controlli avvengano comunque con il contagocce. D'altronde siamo ancora in attesa di avere riscontri diretti alle nostre segnalazioni, anche a quelle più recenti, come pure ci era stato assicurato dal Prefetto di Torino. Purtroppo questo vuoto di informazioni è ben rappresentato dal fatto che la cabina di regia della Prefettura, formata dai firmatari del Protocollo per la sicurezza nei luoghi di lavoro, nonostante i solleciti, non sia più stata riunita da oltre un mese. E quando si parla di un piano con il coinvolgimento del sindacato, francamente non si capisce a cosa ci si riferisca". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie