Crisi: Cciaa Firenze, imprese artigiane -1% nel 2020

Calo iscrizioni colpito soprattutto logistica e manifatturiero

(ANSA) - FIRENZE, 03 MAR - Nel 2020 è proseguita la discesa del numero di aziende artigiane registrate alla Camera di commercio nel territorio della Città metropolitana di Firenze, attestato a quota 28.428 (-1% rispetto al 2019). Il calo delle nuove iscrizioni (1.522 nel 2020, 2.021 nel 2019), si legge in una nota, ha riguardato in particolare logistica (-51,3%, da 115 a 56), manifatturiero (-37,8% da 703 a 437), costruzioni (-11,2% da 641 a 571), e il settore 'altre attività di servizi' che comprende i servizi di estetica e cura della persona (-20,8%, da 216 a 171).
    Gli addetti sono 69.005, in flessione del 3,2% rispetto alle 71.321 unità di fine 2019. Il calo ha investito più gli addetti subordinati (35.215, -4,6%) che gli addetti familiari (33.790, -1,8). A livello regionale, la diminuzione delle imprese artigiane è stato complessivamente dello 0,7%, con punte dell'1,6% ad Arezzo e Siena e dell'1,4% a Massa. Il peso dell'imprenditoria artigiana, in Toscana, si attesta al 29,1%.
    "Il report - commenta Giuseppe Salvini, segretario generale della Camera di commercio - ci consegna anche alcuni spunti di riflessione. Sono infatti aumentate le società di capitali artigiane, mentre la flessione ha riguardato esclusivamente le imprese individuali e le società di persone. Questo testimonia che il settore si sta evolvendo verso forme giuridiche più strutturate e più idonee a competere sui mercati globali".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie