COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

I materassi Marion in ospedale contro i disturbi del sonno

Pagine Sì! SpA

Esiti dello studio condotto in ospedale sull’impatto dei materassi sulle patologie legate al riposo

Marion Materassi in Lattice, da anni in prima linea nello studio di soluzioni ai disturbi del riposo, ha affidato al Centro del Sonno una ricerca finalizzata all’individuazione del sistema di riposo ideale per contrastare la sindrome delle apnee ostruttive (OSAS), spesso presente sotto forma di russamento o apnee notturne. La ricerca, effettuata sotto la supervisione del Professor Onofrio Resta, Ordinario presso la facoltà di Medicina e Direttore del Reparto di Pneumologia del Policlinico Giovanni XXIII, ha messo a confronto un sistema di riposo Marion composto da una rete con sistema di sollevamento elettrico modello Nettuno, un materasso in lattice modello Venere e un guanciale in lattice modello Orione, a un letto medicale di tipo ospedaliero.

Al fine di ottenere dati scientificamente rilevanti, sono stati selezionati 11 pazienti di cui, 5 con diagnosi di OSAS di grado lieve, 1 di grado moderato e 5 di grado severo.

Ogni paziente è stato sottoposto a due monitoraggi cardiorespiratori notturni (utilizzando dispositivo NOX T3). La prima notte di studio è stata svolta lasciando utilizzare al paziente un letto ospedaliero. La seconda notte di studio lo stesso paziente ha utilizzato un sistema letto Marion mantenendo lo schienale sollevato di 25°.

L'efficacia del sonno valutata attraverso l'actigrafia è risultata superiore, a parità di condizioni ambientali, durante la notte trascorsa sul sistema letto Marion.

Inoltre la valutazione soggettiva della qualità del riposo valutata attraverso il RSQ -D è risultata superiore, a parità di condizioni ambientali, durante la notte trascorsa sul sistema letto Marion.

Degli 11 pazienti arruolati nello studio

• 1 su 11 lamentava cefalea al risveglio sul letto ospedaliero; nessuno sul sistema letto Marion;

• 7 su 11 lamentavano mal di schiena al risveglio sul letto ospedaliero; solo 1 su 11 sul sistema letto Marion

• Nessuno lamentava sudorazione notturna

La sottoanalisi eseguita sui pazienti con OSAS di grado lieve ha mostrato un miglioramento statisticamente significativo nel numero degli eventi respiratori notturni durante la notte trascorsa sul sistema letto Marion, rispetto alla notte trascorsa su letto ospedaliero.

Il valore della ricerca è stato tale che l’autorevole rivista Sleep and Breathing ha deciso di pubblicarla e di portarla all’attenzione di vastissima platea di medici e ricercatori.

 

E’ possibile visionare l’intera relazione attraverso il link www.marionlatex.com

Archiviato in


Modifica consenso Cookie