Cnpadc,'parasubordinati Agenzia Entrate'

Anedda a Stati generali categoria, 'professione è molto ampia'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 FEB - "Spesso siamo considerati una sorta di 'parasubordinati' dell'Agenzia delle Entrate", o "semplici operatori in ambito fiscale", ma "la nostra è una professione molto più ampia ed il ragionamento da fare, quello sul quale il Consiglio nazionale della categoria si sta muovendo, è investire sulla professione del fututo". A dichiararlo il presidente della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza dei dottori commercialisti (Cnpadc) Walter Anedda, a margine degli Stati generali dei commercialisti, oggi, nella Capitale. Occorre ragionare su "nuovi mercati professionali", nonché "crearne di nuovi", è la valutazione del vertice dell'Ente, che conta oltre 70.000 associati su quasi 120.000 iscritti all'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili, in Italia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie