Adepp, Aspi è buon investimento, ma chiarire su 'governance' Cdp

Oliveti, piano utile al Paese, però garantisca cedole periodiche

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 17 LUG - Un investimento, quello nell'Aspi (Autostrade per l'Italia), "coerente per obiettivo finanziario ed utilità per il Paese con quanto fanno le Casse di previdenza", tuttavia, prima di intraprendere tale strada, bisogna "valutare l'effettivo scollegamento col pregresso (Atlantia, ndr)", occorre vi sia "un'aspettativa di rumernerazione del capitale appostato, mediante flussi cedolari periodici", e "va chiarita la questione della 'governance', perché la politica sta pensando di entrarvi con Cassa depositi e prestiti (Cdp), che è un ibrido, visto che vive di risparmio postale ed è partecipata dal ministero dell'Economia", e ciò, "essendo a cavallo tra pubblico e privato, può esser un vantaggio ed uno svantaggio". Ad esprimersi così il presidente dell'Adepp, l'Associazione che riunisce gli Enti pensionistici dei professionisti (con complessivi 87 miliardi di patrimonio e circa 1,6 milioni di iscritti, ndr) Alberto Oliveti, interpellato dall'ANSA, in merito all'ipotesi che il comparto s'inserisca nell'operazione. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie