Andoc, da Sardegna stop ad abusivisimo

Parte campagna per tutelare contribuenti e segnalare rischi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 13 FEB - "Contrastare l'esercizio abusivo della professione di commercialista da parte di soggetti non iscritti all'Albo, riaffermare il valore e le prerogative dei commercialisti e degli esperti contabili", nonché "tutelare i contribuenti e informarli sui rischi che corrono nel consegnare la gestione fiscale delle proprie aziende a elementi che non garantiscono alcun affidamento, sotto il profilo delle conoscenze e competenze professionali": questi gli obiettivi della campagna di informazione e sensibilizzazione promossa dall'Accademia dei dottori commercialisti della Sardegna, associazione aderente all'Andoc. La campagna, recita una nota del sindacato, "partirà mercoledì 19 febbraio sui canali nazionali e locali dell'Andoc: siti internet, social e messaggistica. Periodicamente, un post illustrerà agli utenti i gravi rischi che si corrono affidandosi a un professionista non iscritto all'Albo", si riferisce. Per il presidente nazionale dell'Andoc Amelia Luca "tutti noi dobbiamo contribuire nel nostro piccolo ad affrontare il problema: servono costanza e pazienza, ma sono certa che potremo raggiungere un buon risultato. Intanto, è fondamentale portare tutti a conoscenza dei rischi che si corrono affidandosi a una persona non iscritta all'Albo. E' la prima volta - incalza - che viene avviata un'iniziativa del genere, in passato molti hanno parlato di abusivismo, ma non si è andato oltre a qualche intervento minore. Questa volta, invece, evidenziamo le differenze tra legale e abusivo, tra professionisti qualificati e non: una guida importante per orientarsi nella scelta del commercialista", si chiude la nota. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


    Modifica consenso Cookie