Ordini a governo, 'ci includa nel contributo a fondo perduto'

Calderone-Zambrano, 'anche settore professioni è in difficoltà'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Ordini professionali pronti a bussare (nuovamente) alle porte del governo, lanciando oggi un appello per sanare l'esclusione dai contributi a fondo perduto previsti dal Decreto rilancio. "Agli Stati Generali dell'Economia", spiegano i presidenti del Comitato unitario delle professioni (Cup), e del coordinatore della Rete delle professioni tecniche (Rtp) Marina Calderone ed Armando Zambrano "al premier Giuseppe Conte e ai ministri del Lavoro, Nunzia Catalfo, e dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, abbiamo illustrato perché riteniamo ingiustificata la nostra esclusione dagli indennizzi", recita una nota, in cui si evidenzia come essa "risulta tanto più incomprensibile, vista la difficoltà oggettiva in cui versa il settore delle professioni, anche per effetto del fatto che l'accesso al beneficio è consentito, sulla base delle istruzioni dettate dalla circolare n. 15/E dell'Agenzia delle Entrate, anche alle Società tra professionisti". Dopo l'incontro della scorsa settimana "auspichiamo che si passi dalle parole ai fatti, e che si sfrutti la conversione in legge del Decreto, attraverso apposito emendamento governativo, per riammettere i professionisti ad una misura necessaria per far fronte al periodo difficile di questi mesi", chiudono i vertici degli organismi che raggruppano gli Ordini. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie