Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Sanità > A Creta per avere un figlio ,nasce malato

A Creta per avere un figlio ,nasce malato

Lettera denuncia genitori a Napolitano ''colpa legge 40"

05 maggio, 14:19
A Creta per avere un figlio ,nasce malato A Creta per avere un figlio ,nasce malato

Sterili, si sono rivolti al centro di fecondazione assistita Clinica Matera Fertility Crete, a Creta, per avere un figlio con la fecondazione eterologa, vietata in Italia dalla legge 40. Il bambino nasce con la neurofibromatosi, patologia genetica rara e mortale di cui il padre non e' portatore e le cui basi risiedono invece nell'ovocita donato, in anonimato, da una donna alla clinica greca. E' il calvario di una coppia italiana che si e' rivolta ad un centro estero per ricorrere alla procreazione assistita con donazione di gameti. Alla nascita il bimbo da' i primi segnali della malattia ma il centro medico non da' informazioni sulla donatrice. La coppia gira gli ospedali italiani, spende tutti i risparmi, perdono entrambi il lavoro per le continue assenze. La madre mette all' asta un suo rene in Internet per affrontare le spese per curare il piccolo, cosciente del divieto. Questa, in sintesi, la lettera di denuncia spedita oggi al Presidente della Repubblica. ''Se avessimo potuto tentare di avere un figlio nel nostro Paese con le garanzie che fino al 2004 vi erano per l'eterologa non saremmo cosi' disperati'' scrivono i genitori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA