Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Home

La prima mappa del Dna fatta nello spazio

La prima mappa del Dna fatta nello spazio (fonte: NASA)

Per la prima volta è stata ottenuta una mappa del Dna nello spazio. L'esperimento, condotto sulla Stazione Spaziale dall'astronauta americana Kate Rubins, è già considerato un rivoluzionario giro di boa per la biologia e la medicina

'Tamponamento' spaziale per il satellite del terremoto

L'ammaccatura larga 40 centimetri nel pannello solare di Sentinel-1A (fonte: ESA)

'Tamponamento' spaziale senza gravi conseguenze per il satellite europeo Sentinel-1A, che è riuscito a scattare le prime immagini del terremoto del 24 agosto nell'Italia centrale, sebbene poche ore prima fosse stato colpito da un detrito spaziale

Le scosse proseguono, oltre 1 al minuto ma sono impercettibili

Tracciati dei terremoti registrati nella zona di Norcia nella notte fra il 30 e il 31 agosto (fonte:INGV)

Nel reatino la terra continua a tremare senza sosta, al ritmo di oltre una scossa al minuto, ma sono terremoti impercettibili, nella maggior parte dei casi di magnitudo inferiore a 2,0

Scoperto il più distante ammasso di galassie, è record cosmico

Il più distante ammasso di galassie (fonte: NASA/CXC/CEA/T. Wang et al; ESO/UltraVISTA; ESO/NAOJ/NRAO/ALMA)

Scoperto il più distante ammasso di galassie mai osservato: si trova a 11,1 miliardi di anni luce e, oltre a rappresentare un nuovo record cosmico, spinge indietro di 700 milioni di anni la data di nascita di formazioni di questo tipo

Un robot italiano che esprime le emozioni

L'androide Face, in un fotogramma del trailer del film Morgan, della 20th Century FOX (fonte: 20th Century FOX)

Paura, stupore, tristezza: sono le espressioni che modellano il volto del robot italiano che è fra i protagonisti del trailer del film Morgan

Terremoto, il primo identikit della faglia

Mappa dello spostamento del suolo basata sui dati del il satellite giapponese Alos 2  (fonte: elaborazione INGV)

E' pronto il primo identikit della faglia all'origine del terremoto che alle 3:36 del 24 agosto ha colpito la zona del reatino. L'analisi dei dati raccolti dai satelliti e dai sismografi, insieme ai rilievi fatti sul campo dai tanti ricercatori che si sono spostati nelle aree colpite dal sisma