Hsbc: annuncia taglio 35.000 posti

Nel 2019 crollo dell'utile. Parte maxi-ristrutturazione

Sono 35.000 i posti di lavoro destinati a essere tagliati da HSBC, la maggiore banca europea, nell'ambito del maxi piano di ristrutturazione e di ridimensionamento miliardario degli asset globali annunciato nelle scorse ore entro il 2022 dall'amministratore delegato ad interim, Noel Quinn, sullo sfondo di una chiusura negativa del 2019 segnata dal dato sull'utile prima delle tasse in calo del 32,9%, fino a 13,35 miliardi di dollari. Quinn ha spiegato che i tagli riguarderanno in primis le attività negli Usa e in Europa.
    L'a.d ha spiegato che il numero di dipendenti del gruppo nel mondo, pari a 235.000, dovrà essere ridotto a 200.000 per fine 2022. Il piano è il più pesante per il gigante bancario dalla crisi del 2012.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie