Responsabilità editoriale Xinhua.

Coronavirus: Pechino, 'contagi tendono a diminuire in Cina'

Dirigente sanità, l'andamento dei contagi 'è sotto controllo'

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 21 FEB - L'epidemia di COVID-19 mostra una "positiva tendenza alla diminuzione dei nuovi casi d'infezione in Cina continentale": è quanto ha dichiarato il vicedirettore della Commissione Sanitaria Nazionale cinese, Zeng Yixin, secondo il quale "l'andamento dei contagi è sotto controllo".
    Secondo il dirigente, che ha esposto i dati in conferenza stampa, i casi confermati in tutto il Paese, gli ulteriori contagi al di fuori dello Hubei e quelli nel capoluogo Wuhan, epicentro dell'epidemia, così come in altre località della provincia, hanno registrato tutti un calo graduale.
    Zeng ha citato come esempio il numero giornaliero di nuovi casi confermati a livello nazionale, sceso ieri da un massimo di 15.152, raggiunto il 12 febbraio, a meno di 900. Nella giornata di ieri, ha proseguito il dirigente, il numero di ulteriori contagi confermati al di fuori dello Hubei è stato pari a 258, in calo rispetto al record di 890 registrato il 3 febbraio.
    Secondo il vicedirettore della Commissione cinese, il numero giornaliero di nuovi pazienti guariti è aumentato ieri fino a 2.109, superando per il terzo giorno consecutivo quello delle nuove infezioni confermate.
    Anche il numero totale di casi sospetti è diminuito a livello nazionale. Quelli segnalati al di fuori dello Hubei sono scesi da un massimo di 2.211, registrato il 6 febbraio, ai 335 rilevati ieri.
    Allo stesso tempo, ha aggiunto Zeng, anche il numero di persone ancora sotto osservazione medica ha continuato a calare in Cina. Questo dato, ha sottolineato il funzionario cinese, aveva raggiunto un record di 190.000 persone il 7 febbraio, scendendo a 120.000 nella giornata del 19 febbraio.
    Inoltre, alla giornata di ieri non sono stati segnalati nuovi casi confermati in 14 regioni di livello provinciale e nemmeno nello Xinjiang Production and Construction Corps. La Regione autonoma del Tibet non registra nuovi contagi dal 30 gennaio, mentre da 15 giorni consecutivi non se ne segnalano neanche nella provincia nord-occidentale del Qinghai.
    Le province di Liaoning, Guizhou e Gansu e la Regione autonoma dello Xinjiang Uygur non registrano nuovi contagi da quattro giorni consecutivi. Lo Xinjiang Production and Construction Corps non riporta nuovi casi da tre giorni.
    "I dati mostrano che la situazione generale dell'epidemia si sta orientando verso una prospettiva positiva a livello nazionale e che l'andamento dei contagi è sotto controllo", ha concluso Zeng. (ANSA-XINHUA).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie