Covid: Croazia, record di 2.776 casi in 24 ore

Ma il governo esclude il lockdown

(ANSAmed) - ZAGABRIA, 29 OTT - La Croazia ha registrato un record di 2.776 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, un dato che ha portato il bilancio complessivo delle infezioni dall'inizio della pandemia a quota 40.999: tuttavia, il governo non pensa per ora ad un inasprimento delle misure anti-Covid o ad un lockdown, neanche parziale. In aumento anche i decessi, che hanno raggiunto quota 511, di cui 18 solo nella giornata di ieri.
    Ai massimi anche il numero dei pazienti con l'infezione attiva, poco più di 14 mila, e delle persone in isolamento domiciliare, ad oggi quasi 22 mila. Destano preoccupazione soprattutto i ricoveri ospedalieri, che in tre settimane sono passati da poco meno di 300 persone ai mille odierni.
    Da ieri sono in vigore nel Paese nuove misure, che per ora però riguardano solo gli assembramenti (non oltre 50 persone) e i consigli alle aziende di organizzare, se possibile, il lavoro da casa. I bar e i ristoranti possono operare fino a mezzanotte.
    Il primo ministro Andrej Plenkovic ha per il momento escluso un lockdown, spiegando che il governo continuerà a mantenere un equilibrio tra la protezione della salute pubblica e il mantenimento delle attività economiche. "Con la crescita dei casi di infezione ci saranno nuove restrizioni, ma faremo tutto il possibile per evitare un lockdown", ha concluso Plenkovic.
    (ANSAmed). (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie