Percorso:ANSA > In Viaggio > Itinerari > 2012 di viaggi, da Londra al Polo Sud

2012 di viaggi, da Londra al Polo Sud

Un anno di esperienze che lasciano il segno, in luoghi inesplorati o da vivere in una nuova chiave

26 gennaio, 21:30
Hut Point, sull'isola di Ross, al Polo Sud (Foto: Eli Duke) Hut Point, sull'isola di Ross, al Polo Sud (Foto: Eli Duke)

(Di Stefania Passarella)

La scoperta della moderna cultura dei Maya in Guatemala, l'avventura nella terra che fuma in Nuova Zelanda, ma anche Londra per l'appuntamento con le Olimpiadi o una gita culturale a Maribor in Slovenia. Quale migliore auspicio per il 2012 appena iniziato di un viaggio che lasci il segno, in una destinazione lontana e inesplorata oppure in località a portata di mano da conoscere in chiave unica grazie a una ricorrenza storica o a un evento.

Fra le destinazioni al top per il nuovo anno segnalate ad esempio dagli autori di Lonely Planet ci sono i luoghi che ricordano Robert Falcon Scott, esploratore britannico che arrivò al Polo Sud il 17 gennaio 1912 (e morì con gli altri membri della spedizione durante il viaggio di rientro), un secolo fa, anche se con qualche settimana di ritardo rispetto al rivale norvegese Roald Amundsen che vi giunse per primo il 14 dicembre 1911. Gli appassionati di storia delle esplorazioni possono facilmente visitare a Cambridge, in Inghilterra, il Museo Polare dell'Istituto di ricerca che porta il nome di Scott, o assistere ad uno dei concerti del tour per il centenario di Scott dell'orchestra sinfonica di Londra che attraverserà l'Inghilterra a febbraio. Per i più intraprendenti resta l'ipotesi di una spedizione all'Isola di Ross, in Antartide (mappa): qui si trovano, e sono tutelate come luoghi storici, le capanne costruite dalla spedizione di Scott.

Restando in tema di anniversari uno interessante è quello del bicentenario della Campagna di Russia: nel 1812 la Grande Armata di Napoleone invadeva la Russia, l'inizio della fine per l'epopea napoleonica. A Mosca è d'obbligo in questa chiave una visita al Museo Panorama di Borodino, inaugurato nel 1962, dedicato a una delle battaglie più importanti della guerra, con tanto di effetti sonori speciali che riproducono le fucilazioni. Oppure a San Pietroburgo l'Hermitage e il Museo di Storia dell'artiglieria militare che raccolgono dipinti e testimonianze di quella guerra. Gli eventi della Campagna di Russia ispirarono anche il celebre Guerra e Pace di Tolstoy. Un itinerario francese quest'anno potrebbe invece svelare i luoghi di Giovanna d'Arco, visto che nel 2012 si celebra il seicentesimo compleanno dell'eroina. Da Orleans, dove condusse il celebre assedio contro gli inglesi nella Guerra dei cent'anni, a Rouen dove fu arsa viva. A Belfast quest'anno ricorrono i cento anni del varo del Titanic, che venne costruito nella capitale nordirlandese.

Gli amanti dello sport quest'anno hanno a disposizione location interessanti in cui programmare un viaggio il prima possibile per riuscire a trovare voli e hotel a prezzi e condizioni vantaggiose: Londra, dove tutto è già pronto per le Olimpiadi del 2012 di quest'estate, ma anche Polonia e Ucraina che ospitano dall'8 giugno al primo luglio la fase finale del campionato europeo di calcio o Uefa Euro 2012. Chi invece preferisce scoprire località inedite, per un tuffo in tradizione e storia, può pensare a una delle capitali europee della cultura di quest'anno. Maribor, la seconda città più grande della Slovenia, che ha in serbo un programma culturale di mille eventi e progetti che si svolgeranno nel corso dell'anno. Oppure la cittadina portoghese di Guimaraes, il cui centro storico è protetto dall'Unesco come patrimonio dell'umanità.

Chi per il 2012 va alla ricerca di qualcosa di davvero unico può pensare a un viaggio in Australia a caccia dell'eclisse totale di sole che si verificherà 13 novembre (il sito della Nasa) e attraverserà il Pacifico del Sud: la prima e unica regione abitata che toccherà sarà la costa orientale del Queensland. Un buon punto di osservazione può essere Port Douglas, che già propone pacchetti di viaggio ad hoc. Per i viaggiatori che amano 'sentire' la terra che visitano, il magazine Traveler di National Geographic incorona per il 2012 destinazioni top come l'Islanda, considerata più abbordabile di qualche anno fa, i vulcani nel cuore dell'Africa (mappa) tra il Parco Nazionale dei Vulcani del Ruanda nordoccidentale e il Parco Nazionale Virunga in Congo, che il magazine definisce “il paradiso e l'inferno” in un'unica visione, oppure la Nuova Zelanda. Da considerare per Lonely Planet anche l'area incontaminata e protetta della costa della Namibia (mappa). Per sdrammatizzare la drammatica leggenda dei Maya sul 2012 perché non organizzare una spedizione in alcuni dei luoghi in cui l'antica cultura di questo popolo ancora sopravvive. Come in Guatemala, a Chichicastenango, dove oltre il 95% della popolazione è indigena.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati