Percorso:ANSA > In Viaggio > News > Gaudì, 160 anni fa nasceva il genio catalano

Gaudì, 160 anni fa nasceva il genio catalano

15 giugno, 21:19
Il genio di Gaudi' Il genio di Gaudi'

È candidato al titolo di “Architetto di Dio” l’artista che ha rivoluzionato l’architettura della Catalogna all’inizio del ’900, grazie al quale il Modernismo raggiunse le sue forme più estreme: nel 2003 è nata l’iniziativa di un gruppo di ecclesiastici di proporre la beatificazione di Antoni Gaudì, il genio catalano originario di Terragona di cui il 25 giugno ricorre il 160esimo anniversario dalla nascita.

Nell’opera dell’artista, divenuta rappresentativa della città di Barcellona, la struttura non è mai separabile dalla forma e dal colore: l’architetto ha realizzato costruzioni edilizie e urbanistiche con porzioni di ceramiche e mattoni a scopo ornamentale, archi parabolici, torrette e cupole.

Gaudì si fa così portatore di un nuovo linguaggio artistico, caratterizzato da un tratto sinuoso che richiama l’arabesco ma soprattutto fa riferimento diretto alla natura: è costituito da motivi vegetali e figurativi espressi con un segno decorativo pieno di vitalità.

La capitale catalana è lo scenario più ricco delle opere di questo grande artista: prima fra tutte è la Sagrada Familia ma non da meno sono il Parco Güell, Palazzo Güell, i Padiglioni Güell, Casa Batlló, Casa Milà o La Pedrera, Casa Vicen, il Collegio Teresiano, Casa Calvet, Bellesguard.

Altre opere del maestro, riconosciuto in tutto il mondo come massimo esponente modernista catalano, si trovano in altre località della Spagna: la Colonia Güell e la sua Cripta a Santa Coloma de Cervelló, Il Capriccio a Comillas, il Palazzo episcopale ad Astorga, Casa Botines a León, le Cantine Güell a Garraf. È infine firmato da Antoni Gaudì il rinnovo della Cattedrale di Santa Maria di Palma di Maiorca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA