Percorso:ANSA > In Viaggio > Nelle Regioni > Parco della Sila, vacanze tutto l'anno

Parco della Sila, vacanze tutto l'anno

Sonia Ferrari, Presidente parco: destagionalizzare offerta grazie a turismo equestre e scolastico

28 febbraio, 18:09

( di Stefania Passarella)

 

Forte dell'edizione 2012 dell'affascinante traversata del parco innevato a bordo di slitte trainate da cani, la "Dogs on the snow", la Sila punta su eventi originali, in particolare, su sport, ippovie e turismo scolastico per destagionalizzare la sua offerta e attrarre visitatori da ogni parte d'Italia, e non solo, anche in periodi diversi dall'estate.

Ad indicare i punti di forza del parco e le novità di quest'anno è Sonia Ferrari, presidente del Parco della Sila e alla guida del Coordinamento di Federparchi Calabria. "Il Parco – spiega all'ANSA – è prima di tutto un altopiano, quindi facilmente accessibile. Tutti possono visitarlo e fare splendide passeggiate". Di recente, sottolinea, la sentieristica dell'area naturale è stata rifatta di concerto con il CAI, il Club Alpino Italiano, e prevede anche anche itinerari sulle due ruote per gli amanti della bicicletta. In questo momento, prosegue, "c'è poi tutta la parte relativa agli sport invernali": sci alpino, sci di fondo, sleddog. "Il Parco – aggiunge Sonia Ferrari – è da fruire in tutte le stagioni", anche se le visite si concentrano d'estate. L'ente è infatti al lavoro per "destagionalizzare l'offerta turistica e attirare flussi di turismo scolastico". Per questi, precisa, sono anche previsti dei contributi. Ad esempio, spiega il presidente del Parco della Sila, "per le scolaresche che vengono in primavera e autunno al parco noi offriamo fino al 90% delle spese di viaggio. E questo è un altro modo per incentivare il turismo in altre stagioni".

Tra le novità del 2012 che promettono di richiamare l'attenzione dei turisti ci sono l'apertura del centro di canottaggio a Lorica e il primo Equiraduno nazionale sull'altopiano silano. "Un evento grosso – sottolinea Ferrari a proposito di quest'ultimo –, importante, perché vogliamo lanciare la Sila anche come meta di turismo equestre". Da anni infatti il Parco nazionale della Sila investe in progetti di promozione delle "mobilità lente" e nella realizzazione di anelli di ippovie.

Aspettando l'Equiraduno, per il momento la Sila si gode la neve, tanta, caduta nelle ultime settimane, e il pienone sulle piste sciistiche. Informazioni: www.parcosila.it e www.equiradunonazionale.fisecalabria.it.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati