Percorso:ANSA.it > Associate > News

Pattinson, Pitt e la Kidman, Cannes superstar

Red carpet da urlo per edizione 65, al via il 16 maggio

14 maggio, 16:35
Cannes: Pattinson, Pitt e la Kidman, edizione superstar
Cannes: Pattinson, Pitt e la Kidman, edizione superstar
Pattinson, Pitt e la Kidman, Cannes superstar

di Alessandra Magliaro

La scelta di Marilyn Monroe, doppio omaggio alla diva di cui ricorrono 50 anni dalla morte il 5 agosto e al festival che festeggia 65 candeline, è stata un'indicazione precisa: Cannes quest'anno, dal 16 al 27 maggio, vedrà una folla di superdivi come nelle migliori tradizioni. La A-list comincia da Robert Pattinson: la star di Twilight con seguito adolescenziale adorante per la prima volta sarà sul red carpet del Palais du cinema, protagonista in concorso di Cosmopolis di David Cronenberg da Don DeLillo (anche lui al festival) e c'é da scommetterci che la sua sarà la passerella più attesa. S'incrocerà con Bella, Kristen Stewart, fidanzata (ex?) e co-star di Twilight? L'attrice americana in ascesa è anche lei alla prova d'autore. Sarà a Cannes protagonista dell'atteso On the road che Walter Salles ha tratto dal romanzo cult di Jack Kerouac, tra i film superfavoriti per la Palma d'oro, con un cast che comprende Viggo Mortensen e l'attrice vincitrice lo scorso anno Kirsten Dunst. Il divo dei divi Brad Pitt farà la Montee des Marches? In genere, come principe consorte di Angelina Jolie o come attore protagonista, non manca all'appuntamento con Cannes e quel giorno lì, con i Brangelina in abito da sera, non ce n'é per nessuno. Pitt, che è protagonista di uno dei tanti film indie americani che quest'anno affollano il concorso, ossia Killing them softly di Andrew Dominik, di cui è anche produttore con la Plan B, dovrebbe esserci anche stavolta. Nicole Kidman è tra le attrici più attese: ha due film, The Paperboy di Lee Daniels, alla prova del concorso dopo il pluripremiato Precious, in cui recita accanto ad un altro bello da teenager in cerca di svolta, Zac Efron, ed è poi la moglie di Hemingway, la corrispondente di guerra Martha Gellhorn. Il film Hemingway&Gellhorn è fuori concorso, in omaggio al regista Philip Kaufmann che poi terrà la masterclass e lo scrittore è interpretato da Clive Owen. I francesi, nell'anno della grandeur internazionale con l'Oscar a The Artist e il pieno d'incassi di Quasi amici, a Cannes spadroneggiano più del solito: tanti film, tante coproduzioni e tanti divi. Berenice Bejo, la tuttopepe di The Artist del marito Michel Hazanavicius, è la madrina del festival, condurrà la serata di apertura il 16 e di chiusura il 27. Isabelle Huppert non smentisce la fama di prima della classe: gareggia con se stessa, essendo in due dei film del concorso, uno dei superfavoriti Amour di Michael Haneke (vincitore 2009 con Il nastro bianco) e In another country del coreano Hong Sangsoo. In Amour c'é anche, restando in ambito francese, Jean Louis Trintignant che guida una pattuglia cannense di arzilli ottantenni comprensiva di Roman Polanski (al festival con il restaurato Tess e con A film memoir, documentario autobiografico prodotto dal nostro Luca Barbareschi), Alain Resnais (classe 1922) con Vous n'avez encore rien vu (interpretato anche da Michel Piccoli). Tra le dive francesi non si può dimenticare Marion Cotillard protagonista, sulla sedia a rotelle, di De rouille et d'os, l'atteso melò di Jacques Audiard, il regista del Profeta. La lista dei divi da tappeto rosso non è completa: ci saranno tra gli altri Eva Mendes e Kilie Minogue in Holy Motors di Leos Carax, Matthew McConaughey (in due film The Paperboy e Mud di Jeff Nichols), Reese Whiterspoon, Ben Stiller-Chris Rock-Jessica Chastain per Madagascar 3 e tutta la banda apripista del film di apertura Moonrise Kingdom di Wes Anderson con Bruce Willis, Edward Norton, Bill Murray, Frances McDormand, Tilda Swinton. Capitolo a parte gli eventi mondani, da sempre parte integrante del festival, quest'anno alla prova della crisi. Cinefilo e glamour, quindi decisamente il più importante è l'evento per C'era una volta in America, la versione integrale del capolavoro di Sergio Leone, che vedrà arrivare per l'occasione sulla Croisette gli interpreti di quel film dell'84 a cominciare da Robert De Niro. Gli inviti per l'hotel Du Cap sono firmati Frida Giannini, direttore di Gucci. Almeno altri due gli eventi per cui la caccia al biglietto è fuori portata: il galà con Sean Penn per raccogliere fondi per la ricostruzione di Haiti e l'annuale party dell'amfAr all'Eden Roc con l'asta benefica per la ricerca contro l'Aids.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni