Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Usa 2012: Obama star in politica estera, ma non bastera'

09 gennaio, 20:22
Bill Clinton e Barack Obama
Bill Clinton e Barack Obama
Usa 2012: Obama star in politica estera, ma non bastera'

di Stefano de Paolis

Nel 2011 il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha messo a segno una notevole serie di successi in politica estera e della sicurezza, che vanno dalla chiusura del capitolo guerre in Iraq e Libia, fino all'uccisione di bin Laden e al sostanziale indebolimento di al Qaida. Non e' pero' detto che gli americani ne terranno conto quando, esattamente tra 12 mesi, saranno chiamati a decidere se affidargli o meno la Casa Bianca per altri quattro anni. Tutti i soldati americani in Iraq ''torneranno a casa per le feste di fine anno'', ha annunciato Obama il 21 ottobre.

Appena il giorno prima, subito dopo l'uccisione di Gheddafi, aveva di fatto depennato il regime di Tripoli dalla lista dei nemici degli Usa, e ''senza dispiegare un solo soldato sul terreno'', come ha prontamente rivendicato. Per l'intervento in Libia, ha poi sottolineato il suo vice Joe Biden, ''l'America ha speso in tutto 2 miliardi di dollari, e non ha perso una singola vita''. Negli ultimi mesi, facendo un uso limitato della forza, Obama ha fatto centro pure con Osama bin Laden, che e' stato eliminato la notte del primo maggio con un'azione 'chirurgica' condotta da un commando di Navy Seals.

E ancora, con Anwar al Awlaki, lo yemenita che per anni ha fatto una efficace campagna di propaganda e reclutamento per al Qaida, e che e' stato eliminato il 30 settembre da un drone della Cia. Si tratta di risultati che secondo sondaggi portano di 10 o 15 punti in su' il livello di apprezzamento per la politica di Obama sulla sicurezza. Le stesse ricerche mostrano pero' un gap di 20 punti per cio' che riguarda l'economia. ''Gli americani non hanno votato per Obama per fargli rincorrere i cattivi in giro per il mondo'', ha scritto un commentatore del Daily Beast. Se questo e' vero, difficilmente dunque gli elettori si preoccuperanno piu' di tanto per le sfide internazionali che attendono la prossima amministrazione, da chiunque sia guidata.

A cominciare dalla continuazione della lotta al terrorismo, o allo spionaggio industriale nel cyberspazio, o la salvaguardia delle principali rotte marittime, e anche di alcuni Paesi amici e produttori di petrolio, e pure il contenimento della potenza economica della Cina, e della proliferazione nucleare, in Corea del Nord, e in particolare in Iran, in un momento in cui Teheran trae peraltro vantaggio dal ritiro americano in Iraq. Cosi' come la Siria, che fino ad ora e' apparsa totalmente refrattaria alle sollecitazioni degli Usa e dell'intera comunita' internazionale.

Di certo, nella campagna elettorale nessuno dei candidati repubblicani ha sollevato questi temi. Nessuno di loro ha formulato idee sui cambiamenti in corso con la Primavera Araba, o se e come gli Stati Uniti dovrebbero sostenerla. Anzi, per la verita' sono argomenti da cui si sono cautamente tenuti cautamente alla larga; con uno di loro che ha pure ammesso di capirne molto poco, ovvero l'ex magnate della pizza Herman Cain, attualmente in testa ai sondaggi. Ad una domanda sull'importanza strategica dell'Uzbekistan, dove transitano vitali rifornimenti per le truppe Usa in Afghanistan, ha replicato: ''Se mi chiedono chi e' il presidente dell'Uzbeki-beki-beki-beki-stan-stan, io rispondo: Lo sai, non lo so. Ma poi dico: questo porta un nuovo posto di lavoro?''

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni