Percorso:ANSA.it > Mondo > News

Russo lingua ufficiale, rissa in aula per legge

In Ucraina, zuffa coinvolge una decina di politici GUARDA

25 maggio, 19:30

di Giuseppe Agliastro

Una violenta rissa in aula tra maggioranza e opposizione con un deputato, Mikola Petruk, colpito alla testa e trasportato in ospedale e il presidente del parlamento, Vladimir Litvin, che invoca lo scioglimento della Camera ed elezioni parlamentari anticipate. E' finita tra pugni e insulti la discussione di una legge presentata dal partito del presidente Viktor Ianukovich per far diventare il russo idioma ufficiale nelle 13 regioni ucraine in cui è "particolarmente diffuso", praticamente metà del Paese. La questione linguistica in Ucraina è molto sentita e spesso sfruttata per fini politici. Nelle regioni occidentali quasi tutti parlano in ucraino, ma man mano che ci si sposta verso oriente e verso sud, dove Ianukovich ha il proprio feudo elettorale, la lingua preponderante diventa il russo. In un sondaggio del 2010 della Research & Branding Group, il 65% degli intervistati si è definito di madrelingua ucraina, mentre il 33% ha indicato il russo come propria lingua natia. Solo il 46% del campione sostiene però di preferire l'ucraino come lingua per comunicare ogni giorno, mentre il 38% preferisce il russo e il 16% dice di parlare entrambe le lingue con la stessa fluidità. Nonostante questa situazione, l'ucraino è l'unica lingua ufficiale del Paese, e ciò provoca forti malumori tra i russofoni, che da anni vedono regolarmente disattese le speranze di vedere la propria lingua riconosciuta come idioma ufficiale, come avviene in Bielorussia, Kazakhstan e Kirghizistan. L'opposizione ha bollato la proposta del partito delle Regioni come una "trovata per accaparrarsi voti in vista delle elezioni" parlamentari di ottobre. La questione linguistica è in effetti un tema caldo di cui i politici ucraini si sono serviti fin troppo spesso per fare leva sul proprio elettorato in maniera demagogica. Non è un caso che il dibattito sia riesploso nell'ottobre del 2004, poco prima delle presidenziali, e durante le parlamentari del 2006. I partiti che raccolgono più voti a ovest (come 'Patria' di Timoshenko) si lamentano per la supposta predominanza del russo nei media, chi invece ottiene più consensi a est (come il partito delle Regioni di Ianukovich) denuncia la predominanza dell'ucraino nella vita pubblica e nel sistema educativo. La lingua ha una forte valenza identitaria e, anche per questo, i risultati delle elezioni hanno spesso visto il paese sostanzialmente diviso in due: nelle regioni occidentali trionfava un candidato presidente filo-occidentale e in quelle orientali il suo avversario filorusso. Per impedire che la legge sulla lingua venisse votata, mentre alcune centinaia di persone protestavano in piazza, una quarantina di deputati dell'opposizione ha occupato il parlamento agitando uno striscione con un drago a tre teste: quelle di Ianukovich, del premier Mikola Azarov e del ministro dell'Istruzione, Dmitro Tabachnik. Il mostro sputava fiamme blu, rosse e bianche, come i colori della bandiera russa. Le relazioni tra Mosca e Kiev recentemente si sono deteriorate e i due governi sono impegnati in un braccio di ferro sul prezzo delle forniture di gas russo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni