Famiglia in ospedale intossicata da monossido di carbonio

Il più grave è un 40enne di Tollo, sarà trasferito a Jesi

(ANSA) - CHIETI, 15 APR - Un'intera famiglia di Tollo (Chieti), marito, moglie e tre figli minori - la più piccola ha un anno, mentre i due maschietti hanno 11 e 13 anni - è ricoverata al pronto soccorso dell'ospedale di Chieti a causa di una intossicazione da monossido di carbonio che si è sviluppato da una caldaia. Il capofamiglia, 40 anni, in prognosi riservata, verrà trasferito a Jesi (Ancona) per il trattamento in camera iperbarica, mentre gli altri componenti della famiglia non sembrano in gravi condizioni. Le cause dell'intossicazione sembrano riconducibili alla canna fumaria intasata dal nido di un piccione. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del Fuoco. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie