Eni: pubblicato rapporto su impegno su diritti umani Gruppo

De Scalzi, è momento della consapevolezza

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 03 AGO - Eni ha pubblicato Eni For Human Rights, il terzo rapporto dedicato all' impegno dell'azienda per il rispetto dei diritti umani. Lo annuncia Eni spiegando che Il rapporto si ispira ai Guiding Principles delle Nazioni Unite (UNGPs), il framework globale creato per prevenire, affrontare e porre rimedio agli impatti negativi sui diritti umani connessi alle attività di business. "È il momento di essere consapevoli che le sfide dell'attuale contesto globale possono essere affrontate e superate solo guardando al futuro, con la dignità di ogni essere umano come guida", ha detto Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni.
    "Per avere successo, ognuno di noi è chiamato a svolgere il proprio ruolo nel processo di transizione equa, mettendosi al servizio degli altri. Allo stesso tempo, mentre il mondo continua a far fronte agli impatti del Covid-19, è essenziale che gli sforzi per sostenere la ripresa economica siano allineati con il percorso verso le zero emissioni. Ecco perché, durante l'ultimo anno, abbiamo lavorato ancora più duramente per rendere i nostri obiettivi più forti, potenziando la strategia che porterà Eni a raggiungere la completa neutralità carbonica entro il 2050" Il rapporto, spiega la nota, descrive nel dettaglio il modo in cui Eni gestisce le questioni relative ai diritti umani nelle proprie relazioni con i dipendenti, le comunità locali, i fornitori e i partner commerciali, così come nelle attività di sicurezza. In queste aree, Eni applica rigorose procedure di controllo, con l'obiettivo di prevenire le violazioni e porvi rimedio qualora queste si verifichino.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA