Museo Risparmio, giovanissimi sensibili a sfide ambientali

Indagine con Asvis e Un Global su approccio a temi sostenibilità

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 31 MAG - Le giovani generazioni mostrano una spiccata maturità e un forte orientamento al futuro, e sembrano riuscire a coniugare i principi e i convincimenti con l'agire quotidiano. Emerge da un'indagine del Museo del Risparmio, in collaborazione con Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - ASviS e Un Global Compact Network Italia per comprendere in che modo i giovanissimi - fra i 13 e i 18 anni - affrontano il tema della sostenibilità intesa in senso ampio, sia economico sia ambientale, se con la paura del futuro o con l'approccio positivo di chi sa che può fare la differenza.
    "L'indagine rivela che i ragazzi hanno un approccio alla gestione delle risorse improntato a un uso consapevole e 'ragionato', e, soprattutto, sentono di poter fare la differenza adottando comportamenti più compatibili con la preservazione dell'ambiente. Anche chi tra loro può essere profilato come 'arrabbiato' considera centrale la prospettiva di un mondo più sostenibile. Il ruolo dei genitori, inoltre, rimane un punto di riferimento per la stragrande maggioranza dei ragazzi" spiega Giovanna Paladino, direttore e curatore del Museo del Risparmio.
    Partendo dagli spunti offerti dalla ricerca, il 31 maggio alle 17 si terrà un seminario online. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA