Grecia: più che dimezzate le importazioni di gas russo

Aumentano le importazioni di gnl a rigassificatore Revithoussa

23 September, 15:19

    (ANSAmed) - ATENE, 23 SET - "L'importazione di gas in Grecia dalla Russia è scesa dal 40% a meno del 20%": lo ha dichiarato, citata dalla Reuters online, Maria Rita Galli, amministratore delegato dell'operatore greco della rete del gas DESFA.

    Prima della guerra in Ucraina, Atene faceva dipendere circa il 40% del suo fabbisogno di gas da Mosca grazie all'utilizzo del gasdotto Turkstream, finalizzato a rifornire anche Serbia e Ungheria.

    Quest'anno invece la Grecia è riuscita a ridurre la propria dipendenza dalla Russia di oltre la metà grazie all'aumento dell'importazione di gas naturale liquefatto (GNL) nel terminale di rigassificazione dell'isolotto di Revithoussa, a 40 km da Atene. L'impianto può stoccare 225.000 metri cubi di gas e rigassificare 1.400 metri cubi all'ora.

    «L'impianto sta attirando un crescente interesse da parte degli importatori nazionali e regionali» ha dichiarato Maria Rita Galli a Reuters, spiegando come l'impianto abbia avuto un ruolo fondamentale nella strategia energetica della Grecia volta ad aumentare la sicurezza delle forniture per l'arrivo dell'inverno.

    I carichi in arrivo a Revithoussa sono raddoppiati rispetto all'anno precedente: anche la Bulgaria ha importato gas liquefatto attraverso il terminale dopo essere stata tagliata fuori dalle forniture russe a causa del suo rifiuto di pagare in rubli. (ANSAmed).

    © Copyright ANSA - All rights reserved