Patrick Zaki da 500 giorni in custodia in carcere

Amnesty Italia, autorità intervengano per porre fine a incubo

21 giugno, 13:07

(ANSAmed) - BOLOGNA, 21 GIU - Oggi per Patrick George Zaki sono 500 giorni di carcere in Egitto. "Sono, uno per uno, 500 giorni di ingiustizia, di sofferenza fisica e mentale, gravi, di una detenzione senza processo e senza possibilità di difendersi". Lo ricorda Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia.

"Ci chiediamo per quanto altro tempo dovremo portare avanti questo conto dei giorni prima che le autorità egiziane e anche quelle italiane intervengano per porre fine a questo incubo", aggiunge Noury.

Zaki, studente egiziano dell'Università di Bologna, che da poco ha passato il suo secondo compleanno in cella al Cairo, è in custodia cautelare in Egitto dal 7 febbraio 2020 con accuse che spaziano dall'istigazione alla violenza al terrorismo per dei post di un account Facebook che i suoi legali sostengono non essere il suo. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo