Culture alla Mole, al Museo del Cinema le comunità straniere

Convenzione con il Comune di Torino, già 4 eventi in programma

14 luglio, 13:46

TORINO - La Mole Antonelliana di Torino, sede del Museo del Cinema, ospiterà eventi, celebrazioni, programmazioni culturali delle principali comunità straniere presenti in città grazie alla convenzione 'Culture alla Mole' firmata oggi in Comune dal direttore del Museo, Domenico De Gaetano, e dall'assessore comunale ai Diritti, Marco Giusta.

'L'idea alla base del progetto - ha spiegato De Gaetano - è quella di aprire la Mole a tutti i cittadini, anche stranieri e che in molti casi non la conoscono, e usare il cinema, con il suo linguaggio universale, per fare incontrare le culture e abbattere ogni tipo di barriera". "È un progetto che valorizza le diversità ed arricchisce il tessuto urbano - ha aggiunto Giusta - che va nel senso di una città multiculturale e che promuove le iniziative creative come patrimonio di tutti". Per l'autunno sono già previsti e finanziati quattro eventi. Il primo a settembre, la proiezione del documentario 'Sigo Siendo' al Cinema Massimo, preceduto dell'illuminazione della Mole il 28 e il 29 luglio con i colori della bandiera peruviana, in collaborazione con il Consolato Peruviano e in occasione del Bicentenario del Perù. Seguiranno in ottobre la proiezione del film 'Il vegetariano' in collaborazione con l'Unione Induista Italiana, a novembre la proiezione di un film scelto dal Goethe-Institut Turin per commemorare la caduta del Muro di Berlino e, infine, a dicembre, un grande evento per celebrare la Giornata Nazionale Romena in collaborazione con Farmp-Federazione Associazioni Romene e Moldavia del Piemonte.

"Molti altri progetti sono in corso d'opera - ha concluso De Gaetano - in primis con i russi".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo