Notte Taranta: arrivano Ambrogio Sparagna e Moni Ovadia

Tra Dante, ebrei e zingari nel territorio grico del Salento

20 agosto, 11:20

(ANSAmed) - CASTRIGNANO DE' GRECI, 20 AGO - Ambrogio Sparagna e Davide Rondoni per un omaggio a Dante con i solisti dell'Orchestra Popolare Italiana, poi "Senza Confini - Ebrei e Zingari" con la Moni Ovadia Stage Orchestra. E' la tappa, il 21 agosto, di Castrignano de' Greci nel festival itinerante in Salento per La Notte della Taranta, che il 28 agosto culminerà nel Concertone finale di Melpignano Torna così alla Notte della Taranta il maestro Ambrogio Sparagna, già concertatore dell'appuntamento clou: sarà a Palazzo De Gualtieris, nel cuore del comune grico. La serata si apre alle 21:00 con La Bandadante, in Commedia dei Vivi, dei Morti e dei Tipi danteschi, un progetto artistico di Sparagna e Rondoni con i solisti dell'Orchestra Popolare Italiana dell'auditorium Parco della Musica di Roma, impegnati nelle terzine cantate nello stile popolare degli Appennini, tra brani originali di Sparagna e Rondoni e passi della Divina Commedia: Ulisse, Paolo e Francesca, Cacciaguida, il Conte Ugolino, al suono di organetto, zampogna, flauti pastorali, ghironda, conchiglia e corni. Alle 22:00 c'è Moni Ovadia, in un recital di canti, musiche, storie rom, sinti ed ebraiche che mettono in risonanza la comune vocazione delle genti in esilio, tra musica e teatro civile. Il maestro cantastorie sarà sul palco con Paolo Rocca (clarinetto), Albert Florian Mihai (fisarmonica), Marian Serban (cimbalo) e Petre Naimol (contrabasso). (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo