Sindaco Lampedusa, migranti restii a firmare carte per il vaccino

Martello, il problema sono i documenti e non il farmaco

28 dicembre, 17:02

PALERMO - "I migranti sono restii a vaccinarsi perché non si fidano di firmare dei documenti, non dei vaccini". Lo dice il sindaco di Lampedusa Totò Martello intervenuto ai microfoni de "L'Italia s'è Desta" su Radio Cusano Campus. Il sindaco ha poi sottolineato che la storia dei migranti positivi in giro senza controlli "è una bufala colossale".
"Non c'è nessun pericolo che un migrante possa girare da positivo e non c'è nessun contatto fisico tra i migranti e la popolazione residente. Questo protocollo - ha aggiunto - è stato fatto per annullare le speculazioni di qualcuno che diceva che i turisti venivano contagiati".
Quanto alle vaccinazioni, "ne abbiamo fatte - spiega Martello - ma ora si sono fermate. Molti non capivano i fogli che gli venivano sottoposti per la somministrazione delle dosi. Una piccola parte si faceva vaccinare. Hanno anche paura di firmare documenti che non capiscono. Non si fidano della documentazione, non del vaccino".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati