Turismo: studenti Veneto in progetto Ue sviluppo viaggi slow

Da 10 scuole in corso Smart and Slow Tourism su area Adriatico

15 ottobre, 12:22

NAPOLI - Studentesse e studenti di dieci classi delle province di Venezia, Padova e Rovigo sono coinvolti nel progetto educativo pilota della Regione del Veneto, che intende promuovere consapevolezza e sostenibilità turistiche in chiave europea.
L'idea, spiega la Regione, nasce dalla Direzione Turismo della Regione del Veneto e vede il coinvolgimento del Centro Internazionale Civiltà dell'Acqua Onlus e della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell'Acqua e si colloca all'interno del progetto strategico europeo "Take it Slow - Smart and Slow Tourism Supporting Adriatic Heritage for Tomorrow", sostenuto nell'ambito del programma Interreg Italia-Croazia, di cui il Veneto è partner assieme ad altri 6 Enti regionali italiani e 5 croati.
"Il progetto - spiega Federico Caner, assessore al Turismo del Veneto - nasce con l'intento di formare i giovani coinvolgendoli attivamente, stimolandone la creatività sui temi del turismo slow, accessibile e sostenibile, fino a renderli registi in prima persona della narrazione e della promozione del territorio. Chi meglio di loro, in quanto nativi digitali, può raccontare anche tramite le nuove tecnologie il fascino accogliente del Veneto sostenibile". Gli studenti coinvolti sono di Adria (Istituto Cipriani), Porto Viro (Istituto Colombo), Rovigo (Istituto De Amicis), Dolo (Istituto Lazzari), Padova (ITSE Einaudi - Gramsci di Padova e IPSSAR Pietro D'Abano di Abano).
L'attività parte oggi con un incontro online dal titolo "Riprogettiamo il Futuro del Turismo" destinato a studenti e insegnanti delle 10 classi, supportati da esperti del settore.
Il progetto, strutturato in due fasi, proseguirà poi per tutto l'anno scolastico con l'obiettivo di approfondire tematiche legate all'Eco-turismo sostenibile lungo le vie d'acqua interne della navigazione fluviale e i patrimoni naturali e culturali dell'acqua, intesi come risorsa per lo sviluppo sostenibile e la qualità del turismo slow.
"I ragazzi potranno scoprire gli itinerari presentati e si cimenteranno nella parte creativa sulla propria visione del turismo sostenibile. Le opere più meritevoli parteciperanno al concorso dell'Unesco "The Water We Want", organizzato dalla Rete Mondiale dei Musei dell'Acqua. "Smart and Slow Tourism Supporting Adriatic Heritage for Tomorrow" è un progetto turistico strategico del valore di oltre 3,7 milioni di euro.
Lead partner è la regione croata di Dubrovnik-Neretva.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo