Traballa accordo Ue-Turchia . Scandalo in campo profughi.

Erdogan non molla su terrorismo. Italia punta su Migration Compact

12 maggio, 23:40

Angela Merkel visita il campo profughi di Gaziantep dove è poi scoppiatto lo scandalo pedofilia Angela Merkel visita il campo profughi di Gaziantep dove è poi scoppiatto lo scandalo pedofilia

ISTANBUL - Nel campo profughi mostrato 20 giorni fa ad Angela Merkel come esempio di accoglienza dei siriani in Turchia, per tre mesi un addetto alle pulizie ha abusato sessualmente di 30 piccoli rifugiati siriani.

Mentre la road map per la liberalizzazione dei visti per i turchi va a sbattere contro il veto di Tayyip Erdogan ad ammorbidire la legge antiterrorismo, mettendo a rischio anche l'accordo sui migranti, un clamoroso scandalo di pedofilia scuote nuovamente l'immagine della Turchia come Paese sicuro per i rifugiati.

"Già solo per salvare vite umane, vale la pena un tale accordo con la Turchia", ha ribadito oggi Merkel. Ma lo stallo sui visti, su cui la Commissione Ue aveva dato il via libera in attesa che Ankara completasse i passi mancanti, rischia di far saltare il banco. "L'Ue chiede alla Turchia di cambiare la legge antiterrorismo. Da quando governate la Turchia? Chi vi ha dato questa autorità?", ha insistito oggi Erdogan.

Un muro contro muro su cui dovranno lavorare le diplomazie. 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo