Islam: Festa del sacrificio il primo settembre

Annuncio da Alta Corte saudita dopo avvistamento luna nuova

23 agosto, 17:22

Un allevatore di ovini in Algeria (archivio) Un allevatore di ovini in Algeria (archivio)

TUNISI - La Festa del Sacrificio, Aid al-Adha, si celebra quest'anno a partire da venerdì primo settembre nella maggior parte dei paesi musulmani. Lo riferisce fra gli altri il sito dell'emittente Al Jazira, aggiungendo che in tal senso ha decretato l'Alta Corte saudita, in base all'avvistamento della luna nuova il 22 agosto.

Confermata anche la data dell'inizio del pellegrinaggio alla Mecca, due giorni prima dell'inizio dell'Aid. Le comunità musulmane in Occidente seguono l'annuncio saudita, riferisce ancora l'emittente di Doha, mentre in Bangladesh, Pakistan e India ci si basa sull'avvistamento della luna ad occhio nudo. Il Pakistan ha già annunciato che la festa avrà inizio il 2 settembre.

Anche in Tunisia l'ufficio del Mufti della Repubblica, Othman Battik, ha annunciato la festa per il primo del mese. In occasione della festa vengono normalmente proclamate due giornate di chiusura degli uffici pubblici.

La Festa del Sacrificio (nota anche come Aid Kebir), una delle più sentite nell'Islam, ricorda che Abramo era pronto a far uccidere il figlio Ismaele per obbedire ad un ordine di Allah, per poi sostituirlo, per volontà di Dio, con un montone.

E proprio questi vengono macellati e cucinati in gran numero ogni anno per questa ricorrenza.

È quindi la festa della fede per eccellenza e della totale e indiscussa sottomissione a Dio (islam), essenza della religione musulmana. 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati