Coronavirus: Bosnia, a Sarajevo via i migranti dalle strade

Operazione anche a Bihac. Totale contagi sale a 231

27 marzo, 15:42

(ANSAmed) - SARAJEVO, 27 MAR - A Sarajevo la polizia ha iniziato oggi a rimuovere in modo massiccio i migranti dalle strade cittadine, alla luce dell'emergenza sanitaria e del pericolo di contagio dal coronavirus. La prossima settimana una analoga operazione di prevenzione verrà attuata nel Cantone di Una-Sana (Bihac), nel nordovest al confine con la Croazia. Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno della Federazione Bh (entità a maggioranza croato musulmana), Aljosa Campara. I migranti vengono portati nel centro d'accoglienza di Blazuj nei pressi di Sarajevo.

Nella Federazione Bh e nella Republika Srpska, l'altra entità del Paese a maggioranza serba, vige il coprifuoco notturno dal tardo pomeriggio alle 5 di mattina, e l'obbligo per gli ultra 65enni di non uscire di casa. Anche al resto della popolazione viene chiesto di restare in casa, e di uscire solo per la spesa e andare in farmacia. L'ultimo aggiornamento sui contagi in Bosnia-Erzegovina parla di 34 nuovi casi in Republika Srpska e cinque in Federazione Bh, con il totale che sale a 231. I decessi sono stati finora tre, cinque le guarigioni.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo