Through Our Eyes, ragazzi raccontano migrazione in web-serie

Documentario in sei episodi progetto dell'ong Still I Rise

18 dicembre, 12:54

(ANSAmed) - ROMA, 18 DIC - In occasione della Giornata Internazionale dei Diritti dei Migranti del 18 Dicembre, l'ong Still I Rise promuove la web-serie "Through Our Eyes" (Attraverso i nostri occhi): un documentario in sei episodi che restituisce la parola ai veri testimoni di una delle più gravi crisi umanitarie dei nostri tempi. I protagonisti sono sette ragazzi profughi dagli 11 ai 16 anni in Grecia, e i loro racconti sul contesto in cui vivono, sulle personali battaglie quotidiane, sui loro sogni di adolescenti. Come spiegato in una nota dell'organizzazione, la web-serie è parte di un progetto di denuncia che l'organizzazione non-profit, attiva sull'isola di Samos dal 2018, porta avanti per difendere i diritti umani dei minori rifugiati. Ogni episodio approfondisce un tema differente: si va dalla vita nell'hotspot, alla lotta per il diritto all'educazione, dall'integrazione come specchio di un mondo possibile alle enormi difficoltà che ne sono connesse, fino al risvolto psicologico negativo della vita in un contesto difficile, senza amici, senza poter andare a scuola. A raccontarle sono Faizuddin, Nahid, Rostam, Milad, Mobina, Mahdi, Madalena, che nonostante siano costretti ogni giorno a vivere in grandi difficoltà, sognano con tutte le proprie forze un futuro giusto e migliore in Europa. "Il campo non è un posto sicuro, è molto sporco. Ci sono troppi topi, ratti, insetti. Anche se non hai il Corona e sei sano, ma vivi troppo a lungo nel campo, automaticamente ti ammali", racconta Faizuddin, 11 anni, protagonista del primo episodio, che vive da febbraio 2020 nel campo di Samos con la sua famiglia. "È difficile vivere in tenda, ma ci viviamo perché è solo per un anno o nove mesi e dopo ce ne andiamo… oppure no, non lo so". Sono storie di adolescenti comuni alle prese con una realtà che ogni giorno tenta di strappare le loro speranze nel domani. La web-serie "Through Our Eyes", che sarà trasmessa fino a fine dicembre sui social network di Still I Rise, integra il libro fotografico "Attraverso i nostri occhi" (Bur Rizzoli 2020), scritto da Nicolò Govoni, Nicoletta Novara e dagli studenti di Mazì, la scuola di Still I Rise a Samos; sia libro che web-serie sono frutto dell'omonima mostra fotografica che ha già girato oltre 36 città nel mondo. Tutto il progetto si affianca alle attività di denuncia che Still I Rise porta avanti dal 2018, in particolare presso le istituzioni dell'Unione europea. Per Still I Rise, "restituire la voce ai diretti interessati diventa strumento essenziale per combattere con forza verso la realizzazione di un'Europa che ristabilisca i diritti di cui è storicamente culla, a partire proprio dai bambini".Link Youtube: https://tinyurl.com/yxptcth8 (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo