Migranti: Ungheria riporta irregolari a frontiera Serbia

Scoperti in 16 su furgone in autostrada. Fermato l'autista

22 ottobre, 12:04

(ANSAmed) - BELGRADO, 22 OTT - La polizia ungherese ha ricondotto alla frontiera meridionale con la Serbia 16 migranti irregolari intercettati e fermati stamane in una piazzola di sosta lungo un'autostrada. Come riferiscono i media a Belgrado, i profughi si nascondevano in un furgone con targa austriaca alla cui guida vi era un cittadino serbo. L'uomo è stato denunciato per traffico di esseri umani.

L'intera frontiera tra Ungheria e Serbia è sigillata da una barriera metallica e di filo spinato eretta dal governo del premier ultraconservatore Viktor Orban dopo la drammatica crisi migratoria del 2015-2016, quando la cosiddetta rotta balcanica fu percorsa da più di un milione di migranti diretti verso l'Europa occidentale. Tale flusso, nonostante gli accresciuti controlli e a dispetto di muri e recinzioni realizzate ai vari confini, non si è mai arrestato e prosegue incessante, più in estate ma anche nella stagione fredda, sulla direttrice che da Asia centrale e Medioriente porta in Turchia e da lì in Grecia, Bulgaria, Macedonia Nord, Serbia, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Slovenia. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo