Siria: processo in Germania contro 'dottor morte' di Homs

Dopo ergastolo inflitto a Coblenza al 'torturatore di Assad'

19 gennaio, 16:33

(ANSAmed) - BEIRUT, 19 GEN - Si è aperta oggi a Francoforte in Germania la prima udienza dell'atteso processo contro un presunto medico-torturatore del regime siriano, da alcuni definito 'il dottor morte di Assad' in riferimento al contestato presidente siriano Bashar al Assad. L'imputato Alaa Mussa è accusato di aver commesso crimini contro l'umanità nei primi anni della repressione governativa delle proteste popolari del 2011 e del 2012.

Nei giorni scorsi un alto esponente del sistema di repressione del governo siriano, Anwar Raslan, è stato condannato all'ergastolo da un altro tribunale tedesco, questa volta a Coblenza, perché riconosciuto colpevole di aver commesso crimini contro l'umanità.

La giustizia tedesca si avvale del principio della giurisdizione universale secondo cui presunti crimini particolarmente gravi come genocidio, tortura, crimini di guerra e contro l'umanità possono essere giudicati indipendentemente dal luogo dove possono sono stati compiuti.

L'imputato 36enne Alaa Mussa è apparso stamani alla sbarra di fronte alla Corte regionale superiore di Francoforte. Mussa è da sette anni in Germania e da due dietro le sbarre.

L'imputato deve rispondere di 18 accuse per tortura e crimini contro l'umanità, commessi - secondo gli inquirenti - tra il 2011 e il 2012 quando lavorava in un ospedale militare nella città siriana di Homs.

A lui vengono imputate azioni raccapriccianti e sevizie nei confronti di persone arrestate nei giorni delle violenti repressioni delle proteste pacifiche da parte di attivisti e gente comune. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo