Israele: 8mila agenti mobilitati per mega-raduno ortodosso

Un anno fa 45 persone morirono sul Monte Meron

18 maggio, 18:02

TEL AVIV - Oltre ottomila agenti di polizia e militari sono stati mobilitati per garantire uno svolgimento regolare dell'annuale pellegrinaggio di massa ebraico del Lag ba-Omer sul Monte Meron, in Galilea, che inizia stasera e proseguirà per 60 ore.

L'anno scorso, in quella occasione, quattromila fedeli si trovarono intrappolati all'improvviso in un vicolo ristretto e nella calca morirono 45 persone in quello che è considerato il più grave incidente civile nella storia di Israele. Per evitare il ripetersi di drammi del genere in questi mesi nel santuario del rabbino Shimon Bar Yochai sul monte Meron sono stati demoliti diversi edifici abusivi. Inoltre i fedeli - che l'anno scorso furono oltre 70 mila - quest'anno hanno avuto istruzione di comprare biglietti che consentiranno loro di restare nel luogo di preghiera al massimo 4 ore.

"Ci sarà un flusso continuo, in ogni momento non ci saranno più di 17 mila persone'', ha assicurato il viceministro dei culti, Matan Kahana. Ma negli ambienti dell'ebraismo ortodosso estremista - che per ideologia non riconosce lo Stato laico di Israele - influenti rabbini hanno già anticipato che lotteranno contro queste limitazioni. Negli ultimi giorni, ha rivelato Kahane, estremisti hanno tagliato reticolati, danneggiato altoparlanti e schermi e hanno minacciato di entrare con biglietti falsi "per far fallire i piani delle autorità". Il premier Naftali Bennett ha lanciato oggi un appello a tutti i fedeli affinché agiscano "con la massima responsabilità". "Per noi sarà un successo - ha detto Kahane - se tutti torneranno indenni a casa".

La festività del Lag ba-Omer ricorda la ribellione ebraica del 132 d.C guidata da Shimon Bar Cochba contro le legioni romane. In questa circostanza in tutto Israele si organizzano falò per emulare gli scambi notturni di messaggi fra i rivoltosi. In questa occasione gli ebrei ortodossi confluiscono in massa sul monte Meron per pregare sulla tomba di Bar Yochai, un celebre rabbino del secondo secolo d.C., che secondo la tradizione è l'autore del testo mistico dello 'Zohar', lo splendore.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati