Familiari della reporter di Al Jazeera uccisa 'increduli'

L'inchiesta 'insulto alla memoria. La vicenda non finisce così'

04 luglio, 18:14

(ANSAmed) - TEL AVIV, 4 LUG - "Siamo increduli": così i familiari della reporter di Al Jazeera Shireen Abu Akleh commentano i risultati della indagine sulla sua morte pubblicati dal Dipartimento di Stato. In una lettera aperta affermano che "Shireen è stata assassinata" e sostengono che numerose testimonianze confermano che "a sparare il colpo fatale è stato un soldato israeliano". Lamentano che l'indagine non sia stata "trasparente" e il suo esito, scrivono, "è un insulto alla sua memoria'" "Continueremo a chiedere giustizia. Faremo appello all'Onu e alla Corte penale internazionale perché entrino subito in azione. La vicenda - assicurano - non finisce così".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati