Procura palestinese, inaccettabili conclusioni su reporter

'Condizioni proiettile valide per abbinamento con arma'

04 luglio, 18:10

(ANSAmed) - TEL AVIV, 4 LUG - "Inaccettabili". Così il Procuratore generale palestinese Akram al-Khatib ha definito le conclusioni dell'indagine sulla pallottola che ha ucciso la reporter Shireen Abu Akleh condotte da Usa e Israele e le conseguenti affermazioni del Dipartimento americano. "Siamo sorpresi - ha detto citato dalla Wafa - da queste affermazioni.

I dati tecnici in nostro possesso indicano che le condizioni del proiettile sono valide per l'abbinamento con l'arma da fuoco" che ha sparato.

"È stato definitivamente accertato - ha spiegato il Procuratore ricordando l'esito dell'indagine condotta dalle autorità palestinesi - che l'assassinio della martire Shireen Abu Akleh è stato un bersaglio diretto da parte dii un membro dell'esercito di occupazione israeliano di stanza sul posto".

"Sulla base delle indagini, Israele - ha concluso - ha la piena responsabilità per l'assassinio deliberato della martire palestinese Shireen Abu Akleh, e lavoreremo per completare le nostre procedure legali per perseguire Israele davanti ai tribunali internazionali".(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati