Migranti:Eurostat,balzo espulsioni in Italia 2/o trimestre

Passano da 260 primo trimestre a 6.020. Quarti in Ue

03 ottobre, 11:51

(ANSAmed) - BRUXELLES, 3 OTT - Nel secondo trimestre del 2022, 96.550 cittadini non Ue sono stati costretti a lasciare uno Stato membro dell'Unione, con un aumento del 15% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In Italia sono stati 6.020, in crescita del 120%. Le espulsioni sono state più alte in Francia (33.450, quasi un terzo del totale), seguita da Grecia (8.750) e Germania (8.275). Il dato dell'Italia la posiziona dunque al quarto posto.

L'Italia è però il Paese con l'aumento maggiore di ordini di lasciare il Paese con un balzo di 2.215 persone rispetto al trimestre precedente (erano stati 260 nel primo trimestre 2022).

Sempre a livello Ue, sono poi stati riportati nel secondo trimestre in un altro Paese, inclusi altri Stati dell'Unione, 23.110 cittadini non Ue (+11% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno). Il 16% di questi sono stati in Francia (3.590), seguita da Germania (2 765), Svezia (2 380), Grecia (1.770) e Austria (1 635). Rispetto al primo trimestre 2022 l'Italia ha registrato il più alto aumento in termini relativi (1000%) passando da 60 rimpatri a 660.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati