Bosnia: arte italiana per ricerca contro il cancro

A Sarajevo mostra fotografica apre mese cultura italiana

03 novembre, 15:48

(ANSAmed) - SARAJEVO, 3 NOV - "Apriamo il mese della cultura italiana in Bosnia con una mostra dedicata ad un giovane fotografo italiano, purtroppo stroncato da una grave malattia.

E' un'occasione per ricordare l'importanza della ricerca contro il tumore, ma anche un modo per aprire a Sarajevo una finestra su paesi e culture che Simone Tetti non ha mai rinunciato ad esplorare". Cosi' l'Ambasciatore Ruggero Corrias in occasione dell'inaugurazione della mostra fotografica "Scatti dal mondo", realizzata dall'Ambasciata d'Italia in Bosnia-Erzegovina in collaborazione con l'Associazione Simone Tetti, oggi presso il locale Delikatesna Radnja, a Sarajevo. L'esposizione apre il Mese della Cultura Italiana in Bosnia-Erzegovina, organizzato dall'Ambasciata nel quadro delle attivita' della Presidenza Italiana dell'UE, che proseguira' con un concerto del Teatro "Verdi" il prossimo 10 novembre.

"Scatti dal mondo" racconta i viaggi e la storia di Simone Tetti: giovane fotografo, viaggiatore e ingegnere aerospaziale nato a Roma nel 1982 e affetto dall'eta' di 10 anni da una forma di tumore molto aggressiva, l'osteosarcoma.

L'Associazione Simone Tetti-Life is not breathing but doing, nata dopo la sua scomparsa nel 2013, ha l'obiettivo di sostenere la ricerca sull'osteosarcoma condotta dal Laboratorio di Anatomia Patologica del Policlinico Umberto I di Roma. (ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo