Migranti: la marionetta Amal sbarca a Bari per diritti rifugiati

Da Gaziantep a confine Siria-Turchia in viaggio in tutta Europa

07 settembre, 18:27

BARI - E' sbarcata oggi nel porto di Torre a Mare, a Bari, partita da Gaziantep, al confine tra Siria e Turchia, la marionetta Amal, che rappresenta una bambina siriana rifugiata di 9 anni e, con lei, i 34 milioni di bambini rifugiati. Accolta dall'abbraccio di una nonna in cartapesta, realizzata dal maestro cartapestaio di Putignano Domenico Galluzzi, la marionetta sta viaggiando in tutta Europa nell'ambito del progetto "The Walk. Il Cammino", il più grande Festival itinerante dedicato ai diritti dei bambini rifugiati mai realizzato, con la produzione per l'Italia affidata a Roberto Roberti e Ludovica Tinghi. L'obiettivo è sensibilizzare alla tutela dei diritti umani e dell'infanzia, all'accoglienza e alla cultura delle diversità.

"L'idea - spiega il produttore britannico David Lan, che sta accompagnando Amal nel suo viaggio - è nata a Calais cinque anni fa, nel campo profughi chiamato 'La Giungla'. Lì è nata l'idea di fare questo viaggio in difesa dei diritti dei rifugiati.

Abbiamo voluto fare un'azione come artisti, non come politici, per fare in modo che le persone e i bambini si sentano sicuri e siamo molto felici di essere a Bari, che è una città di grande accoglienza".

Partita alla fine di luglio da Gaziantep, la marionetta, creata dalla Handspring Puppet Company e alta 3 metri e mezzo, ha attraversato a piedi Turchia e Grecia prima di approdare a Bari, prima tappa in Italia. Proseguirà il suo viaggio di oltre 8.000 chilometri in cerca della sua famiglia verso la città di Manchester nel Regno Unito, dove arriverà il 3 novembre dopo aver attraversato anche Francia, Svizzera, Germania e Belgio. La tappa barese, dedicata al tema dell'accoglienza, è organizzata dal Teatro pubblico pugliese, con la regia di Teresa Ludovico, e parte dal luogo, il porto di Torre a Mare, in cui nel 1087 i marinai baresi arrivarono con le reliquie di San Nicola.

"La Puglia storicamente svolge un grande lavoro sull'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati e anche la drammatica emergenza afghana che stiamo vivendo vede la nostra Regione in prima linea nell'accoglienza. Per questo la scelta di far sbarcare Amal a Bari è particolarmente rilevante per noi", ha dichiarato Ludovico Abbaticchio, Garante dei Diritti dei Minori dell'infanzia e dell'Adolescenza della Regione Puglia accogliendo stamani la marionetta nel porto di Torre.

Il 9 settembre lo spettacolo itinerante "The Walk" farà tappa a Napoli e il 10 sarà a Roma. A Napoli sarà a Palazzo Reale con una performance dal titolo "Amal perde la pazienza". La marionetta sarà accolta in piazza del Plebiscito da un gruppo di tammorre coordinate da Valentina Ferraiuolo e dal canto di Marcello Colasurdo. Nel Palazzo Reale troverà i bambini del Coro di Voci Bianche del Teatro San Carlo, diretto da Stefania Rinaldi, e l'Orchestra Sanitansamble, diretta dal maestro Paolo Acunzo. Il 10 settembre, a Roma, The Walk si fermerà in piazza San Pietro, nei pressi del monumento Angels Unawares, la scultura in bronzo di Timothy Schmalz che raffigura un gruppo di migranti, all'interno del colonnato del Bernini. Ad accogliere Amal saranno il cardinale Michael Czerny, sotto-segretario della Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, e monsignor Benoni Ambarus, vescovo ausiliare delegato per la Carità, per i Migranti e per la pastorale dei Rom e dei Sinti. La diocesi di Roma, per l'occasione, organizza una festa a cui parteciperanno i bambini di diverse parrocchie romane. Ci sarà anche la testimonianza di un minore rifugiato ospitato in una struttura della Caritas di Roma.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo