Jeddah si prepara alla sua prima biennale sull'arte islamica

Obiettivo: unire il passato, il presente e il futuro dell'arte

09 giugno, 11:30

(ANSAmed) - NAPOLI, 9 GIU - La prima edizione della Biennale di Arte Islamica si terrà in Arabia Saudita e andrà in scena per quattro mesi, dal 23 gennaio al 23 aprile del prossimo anno. La manifestazione doveva svolgersi a Riad, ma è stata ora spostata a Jeddah, dove i siti storici come la Bab Makkah, sono ben combinati con la diversità dell'eredità artistica della città che "unisce l'obiettivo della Biennale di connettere il passato, il presente e il futuro", come spiegano gli organizzatori artistici al quotidiano locale "The National".

L'evento dell'arte islamica si tiene poco più di un anno dopo la prima biennale artistica del Paese, la Diriyah Contemporary Art Biennale, che si è tenuta nel dicembre 2021 a Riad. La biennale si terrà al Canopy Terminal, che venne costruito nel 1981 e vinse un premio mondiale di architettura, ma per la manifestazione verrà costruito anche un nuovo edificio da 70.000 metri quadrati con spazi per le mostre, un teatro, una moschea e anche dei ristoranti. "Sarà anche una scena contemporanea dinamica per l'arte islamica che ospiterà artisti dall'Arabia Saudita al resto del mondo", spiega Aya Al-Bakree, capo della Fondazione della Biennale Diriyah.

L'evento avrà come tema 'Awwal Bayt", la prima casa che fa riferimento al Corano quando parla del Ka'bah nella Mecca, il sito più sacro dell'Islam e la direzione a cui i musulmani devono guardare mentre recitano le poesie. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati