Musica: Tunisia, 'serata italiana' al Festival di El Jem

In scena domani Gianni Bruschi e Oida Orchestra Instabile

09 agosto, 13:33

TUNISI - Serata italiana domani al Festival Internazionale di Musica Sinfonica di El Jem in Tunisia: andrà in scena "Concerto Italiano", un omaggio alla canzone e alla cultura italiana, dalla grande opera lirica ai cantautori nazionali degli anni '60 e '70. Protagonisti la voce di Gianni Bruschi, co-fondatore di Spazio Seme, accompagnato dai musicisti di Oida Orchestra Instabile di Arezzo, con una formazione di 20 elementi, per un concerto che spazia dalla grande opera italiana con Puccini, Donizetti, Rossini e Verdi ai compositori contemporanei come Ennio Morricone, sino ai cantautori che hanno fatto la storia della canzone nazionale come Domenico Modugno, Luigi Tenco, Umberto Bindi e Bruno Martino. Ad aprire il concerto saranno due promesse della lirica, allievi del grande soprano italiano Eva Mei: Alfonso Zambuto (tenore) e Valentina Corò (soprano), entrambi formatisi all'Accademia del Maggio Fiorentino al Teatro Comunale di Firenze.

"Concerto italiano" è una produzione di Spazio Seme in collaborazione con Oida Orchestra Instabile di Arezzo, con il partenariato tecnico della Direzione Regionale Musei della Toscana, del Museo e Anfiteatro di Arezzo e della Fondazione Guido d'Arezzo. Spazio Seme è un centro artistico internazionale fondato nel 2012 da Leonardo Lambruschini, performer e danzatore, Gianni Bruschi, cantante e attore e Francesco Botti, attore, scrittore, regista. Opera nel mondo dell'arte, della formazione e dello spettacolo, promuovendo collaborazioni con realtà italiane e internazionali. Spazio Seme si occupa di linguaggi artistici attraverso corsi e laboratori per bambini, adolescenti e adulti: dal teatro al canto, dalla danza contemporanea alla scrittura creativa e molto altro. È inoltre uno dei centri di riferimento per la danza Contact Improvisation a livello mondiale. Ha ospitato residenze artistiche e workshop intensivi con danzatori di fama internazionale. Oida Orchestra Instabile di Arezzo, che esegue in Italia composizioni che vanno dal Settecento al Novecento, promuove costantemente iniziative di arte e musica d'insieme e linguaggio musicale in tutte le sue forme a persone di ogni età e di ogni provenienza culturale riunendo e facilitando il dialogo tra molte realtà musicali del territorio di Arezzo e della provincia.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati