Progetto Mediterranea dona la Bandiera del Mediterraneo a Bari

Il 3 settembre spedizione festeggia i 10 anni dalla sua partenza

01 settembre, 15:41

La Bandiera del Mediterraneo inviata a 33 capi di Stato La Bandiera del Mediterraneo inviata a 33 capi di Stato

ROMA - Progetto Mediterranea, la spedizione nautica, culturale, scientifica e sociale, salpata nel 2013 con l'obiettivo di studiare il Mediterraneo e sollecitare l'attenzione pubblica sui grandi temi sociali, politici e ambientali, donerà la Bandiera del Mediterraneo alla Città di Bari il prossimo 3 settembre. Una delegazione della spedizione verrà infatti ricevuta a Palazzo di Città dall'Assessore con delega alle Attività produttive e al Mare, Carla Palone in rappresentanza del Sindaco e della cittadinanza.

"Doniamo la Bandiera alla Città di Bari - dice Francesca Piro, presidente e co-fondatrice con lo scrittore Simone Perotti di Progetto Mediterranea - perché questo luogo è da secoli crocevia dei popoli mediterranei e avamposto di accoglienza e di solidarietà. La Bandiera del Mediterraneo, nata nel 2020 per iniziativa di Progetto Mediterranea e disegnata da 3 studenti universitari siciliani, vuole essere il primo passo per l'unione delle genti del Mediterraneo, nate dall'unica radice identitaria mediterranea, perché soltanto mettendo insieme idee e pensiero si possono trovare soluzioni comuni per la salvaguardia ambientale del Mediterraneo, per una vera rinascita culturale e scientifica di quest'area ricca di Storia, per un reale riscatto sociale delle sue genti con le quali da tempo noi ormai ci riconosciamo unico popolo." Nella stessa giornata, Progetto Mediterranea festeggerà i dieci anni dalla nascita della spedizione, ideata nel 2012 e salpata nel 2013. "Abbiamo voluto dare un nome a questi festeggiamenti. Abbiamo scelto "Dieci Anni a Prua" dice Simone Perotti - che è anche il Comandante di Mediterranea in questo momento ormeggiata a Bari - perché da 10 anni guardiamo avanti, oltre la prua di Mediterranea, cercando una nuova visione sul Mediterraneo, ascoltando scrittori, intellettuali, giornalisti, attivisti, scienziati, ma anche la gente comune. Dalla prua di Mediterranea vediamo un Mediterraneo unito, un mondo nuovo, un nuovo modello di vita. Da questa esperienza è nato uno dei miei libri "Rapsodia Mediterranea" in cui racconto la nascita e lo sviluppo del Progetto Mediterranea, ma anche delle scelte di vita che ho fatto, e che con me altri hanno fatto, e che hanno consentito la nascita di questa spedizione, del tempo condiviso insieme tra gli equipaggi, delle esperienze che abbiamo vissuto.

Il Mediterraneo è la nostra storia e in questi dieci anni abbiamo convinto più di qualcuno a tornare a guardare verso la sponda Sud e a Levante, lì dove alberga la nostra radice mediterranea." Successivamente, Mediterranea riprenderà il suo viaggio verso Venezia dove giungerà alla fine di settembre. Prima di lasciare la Puglia, un'ultima tappa sarà il 4 settembre a Bisceglie dove, presso la banchina Bisceglie Approdi, si svolgerà l'evento Mare Nostrum, che vedrà l'incontro tra l'equipaggio di Mediterranea e la cittadinanza, gemellate dal concerto dell'orchestra giovanile "La Stravaganza" di Corato all'interno del XXII Festival delle Murge.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati