A 'Modigliani, l'amore e Paris' il Premio Narrativa Canto di Dafne

In libro Avella la vita dell'artista livornese e le sue donne

28 novembre, 18:35

ROMA - Nuovo riconoscimento per 'Modigliani, l'amore e Paris' di Patrizio Avella, vincitore del Primo Premio per la Narrativa Edita e Saggistica del Premio letterario Internazionale Il Canto di Dafne. Il libro dell'autore nato in Francia e ora residente in Toscana, racconta la vita parigina dell'artista livornese anche attraverso le biografie delle sue otto donne predilette. Già premiato al Napoli Cultural Classic nell'estate 2021, l'opera, edita dalle Edizioni Il Foglio, si è distinta come migliore narrativa dell'edizione 2022 del Premio Internazionale Il Canto di Dafne, con un rilevante impegno civile in particolare nella lotta alla violenza contro le donne. Non a caso, la cerimonia di premiazione si è tenuta a Montecatini Terme sabato 26 novembre, all'indomani della "Giornata mondiale per l'eliminazione della violenza contro le Donne" indetta dall'Onu.

"Modigliani, l'amore e Paris" racconta la "vita vissuta" del pittore e scultore livornese, attraverso le biografie delle otto donne che hanno segnato la sua vita nella Parigi di inizio 900, all'epoca punto focale dell'avanguardia, dove l'artista si trasferì nel 1906 e dove poté dare sfogo al suo genio creativo e sviluppare il suo stile unico. Il libro di Avella ci porta a passeggio insieme a Modigliani nei quartieri storici della Ville Lumière tra Montmartre e Montparnasse, facendoci gustare con soste gastronomiche i piatti tipici dell'epoca e ripercorrere artisticamente la straordinaria carriera e le opere realizzate dell'artista italiano. Avella lo ricorda con innumerevoli citazioni nell'opera: "Modigliani è uno, Modigliani è indivisibile. La sua storia comincia e finisce con lui. E anche la sua pittura. Modigliani è l'unità dell'anima. Era un peccatore rovinoso, di quelli che bruciano e tutto consumano per arrivare al centro dell'anima".

Patrizio Avella, autore francese di origine italiana, vive da anni in Toscana nella Maremma. In Italia è conosciuto soprattutto per il suo romanzo Piazza Fontana, il cui titolo originale in francese è Rome criminelle, vincitore a Parigi del Prix du Livre Européen et Méditérranéen per la categoria Roman et cinéma. In collaborazione con il cinefilo Gordiano Lupi, Avella ha anche scritto vari libri dedicati al cinema e alla gastronomia, le sue due passioni oltre alla scrittura, tra cui Pasta e Cinema, Piombino con Gusto, La Grande Abbuffata e A Tavola con gli Appiani, sempre con le Edizioni Il Foglio Letterario di Piombino. Nel 2022 è stato edito Prévert, l'amour et Paris. Avella inoltre collabora da anni con La Voce di Paris, la rivista degli italiani in Francia per la rubrica Enogastronomia e Cultura.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati