Spagna: continua crisi immobiliare,-17,7% comprevendite 2011

10 febbraio, 11:22

(ANSAmed) - MADRID, 10 FEB - Il mercato delle compravendite immobiliari in Spagna ha segnato nel 2011 una nuova pesante frenata, con complessive 361.831 operazioni, pari al 17,7% in meno che nel 2010, secondo i dati diffusi oggi dall'Istituto naizonale di statistica (Ine). Il bilancio contrasta con la ripresa registrata nel 2010, quando le transazioni immobiliari erano aumentate del 6,8%. Il settore, molto colpito dalla crisi e dallo scoppio della bolla speculativa edilizia nel 2007, non accenna a segni di ripresa, avendo registrato una caduta del 24,9% delle transazioni nel 2009 e del 28,6% nel 2008. L'Ine attribuisce alla fine delle deduzioni fiscali per l'acquisto della prima casa la diminuzione delle compravendite di alloggi dello scorso anno, quando gli acquisti di case nuove e di alloggi di seconda mano sono crollati rispettivamente del 19,7% e del 15,7%, mentre quelli degli immobili di protezione sociale si sono ridotto del 19,4%.(ANSAmed)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati