Tunisia-Ue: gemellaggio per rafforzare politiche agricole

Vi partecipano esperti di Italia, Francia e Tunisia

21 novembre, 15:34

(ANSAmed) - TUNISI, 21 NOV - Tunisia, Italia e Francia hanno lanciato da Tunisi un programma di gemellaggio della durata di tre anni e del valore di 1,5 milioni di euro, denominato 'Supporto istituzionale per rafforzare le capacità di elaborazione e messa in atto di politiche agricole e rurali inclusive, partecipative e di lunga durata'. Questo gemellaggio, che rientra nell'ambito del Programma Ue di sostegno all'accordo di associazione e alla transizione P3AT, ha l'obiettivo di rafforzare le capacità delle autorità tunisine nel progettare, implementare e monitorare le proprie politiche agricole e i programmi di sviluppo del ministero dell'Agricoltura. Le attività concrete da realizzare si concentreranno su due punti principali: sostenere l'attuazione del Programma europeo di Vicinato per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale (Enpard) in Tunisia, con azioni pilotate e finanziate dall'Unione europea per 10 mln di euro nelle diverse delegazioni di Ain Draham, Kébili Nord, Kerkennah, Bargou, Ben Guerdane, Beni Khedèche e Sidi Makhlouf. Fornire inoltre un sopporto istituzionale per meglio integrare un approccio inclusivo, partecipativo e di lunga turata nell'insieme delle politiche nazionali e nei programmi di sviluppo agricolo e rurale. Una squadra formata da una cinquantina di esperti dei ministeri dell'Agricoltura di Italia e Francia sarà mobilizzata per lavorare con i loro omologhi tunisini attraverso attività di scambio di esperienze, analisi, formazione, e visite di studio In Italia e Francia. Un Consigliere del gemellaggio in Tunisia si occuperà di coordinare le azioni del progetto con il ministero dell'agricoltura locale durante tutta la messa in attuazione dello stesso. (ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo