Energie rinnovabili, Portogallo quarto in Europa

Ma la siccità riduce le riserve idriche e i prezzi salgono

13 settembre, 12:06

(ANSAmed) - LISBONA, 13 SET - Secondo i più recenti dati dell'Apren, l'Associazione portoghese per le energie rinnovabili, nel mese di agosto il Portogallo ha prodotto il 46,8% della sua elettricità da fonti rinnovabili, piazzandosi al quinto posto in Europa e al quarto se si considera l'accumulo di tutta l'energia del 2022, con il 54,6% di contributo proveniente da rinnovabili. Questo risultato è inferiore solo a quelli di Norvegia, Austria e Danimarca, che toccano vette del 99%, 80% e 77%.

Il dato di agosto, tuttavia, per il Portogallo rappresenta una flessione del 10% rispetto al periodo omologo dell'anno scorso, e questo è dovuto alla siccità che ha colpito il Paese, riducendo notevolmente le sue riserve idriche. Meno flessioni, invece, sul versante dei prezzi. Il prezzo medio orario sul mercato iberico dell'elettricità (Mibel) è stato di 192 euro a megawattora, cioè più del triplo rispetto all'omologo del 2021, ma con una riduzione del 16,5% a partire dal 15 giugno scorso, data in cui è entrato in vigore il tetto iberico, eccezione concessa da Bruxelles a Spagna e Portogallo nella primavera scorsa.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati