Turchia: inflazione continua a salire, è all'83,45%

Dati mai così alti dal 1998, per centro indipendente è al 186%

03 ottobre, 15:16

ISTANBUL - L'inflazione su base annua in Turchia ha toccato in settembre l'83,45%. Lo rende noto l'istituto di statistica nazionale Tuik facendo sapere che l'aumento dei prezzi da agosto è stato del 3,08%. Il dato rappresenta i livelli di inflazione più alti mai raggiunti dal 1998, in linea con il costante aumento di prezzi registrato già da fine 2021. Secondo l'Istituto indipendente Enag, l'inflazione su base annua questo mese ha toccato invece il 186,27% e da agosto il 5,30%.

I prezzi sono aumentati maggiormente nel settore dei trasporti (117,66%), di alimenti e bevande non alcoliche (93,05%), dell'arredamento per la casa (89,68%) e nel settore immobiliare (84,67%). Da luglio ad agosto, era stata registrata una tendenza alla stabilizzazione dell'inflazione ma i dati pubblicati oggi segnano un ritorno al diffuso aumento dei prezzi che era in corso già dalla fine del 2021, quando la lira turca si era fortemente svalutata in seguito a una politica di regolari tagli al proprio tasso di interesse di riferimento decisi dalla Banca centrale in linea con la visione economica del presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Dopo avere mantenuto i tassi stabili da dicembre 2021, in agosto l'istituto bancario ha ripreso a tagliarli, portandoli al 12% nell'ultima riunione del Comitato per la politica monetaria. Nei giorni scorsi, Erdogan ha dichiarato che vorrebbe avere tassi sotto il 10% entro la fine dell'anno.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati