Gas: amb.Egitto, nuova fase per il Forum East Med

Badr, entrata in vigore della sua 'Carta' è un 'via' ai progetti

09 aprile, 13:18

La firma nel gennaio 2020 della Carta del 'Forum del gas del Mediterraneo orientale' La firma nel gennaio 2020 della Carta del 'Forum del gas del Mediterraneo orientale'

IL CAIRO - L'entrata in vigore questo mese della Carta del "Forum del gas del Mediterraneo orientale", l'"Emgf", cui l'Italia partecipa con altri sei Paesi tra cui l'Egitto, "costituisce una nuova pagina negli sforzi dei Paesi mediterranei per creare un mercato del gas nel Mediterraneo orientale e per stabilire una cooperazione che contribuisca a rafforzare la prosperità e il benessere nella regione". Lo ha sottolineato in dichiarazioni all'ANSA l'ambasciatore egiziano in Italia, Hisham Badr.

L'ambasciatore inoltre ha affermato che l'entrata in vigore della Carta è anche un "segnale" di partenza per gli Stati membri affinché inizino "a realizzare progetti di transito", con "corridoi" di energie diverse, che beneficeranno di due stazioni di liquefazione del gas egiziane, le uniche nel Mediterraneo orientale. L'Egitto infatti può ricevere gas dai Paesi della regione, come Israele e Cipro, per liquefarlo e riesportarlo verso l'Ue come fa con il proprio gas, ha notato il diplomatico.

L'Egitto, che ospita la sede del forum creato nel 2019, "ha un particolare interesse al fatto che le scoperte di gas nel Mediterraneo diventino un motore di sviluppo e che i Paesi abbiano la possibilità di sfruttare in maniera ideale le loro risorse e le loro ricchezze, attraverso una costruttiva cooperazione regionale", ha aggiunto l'ambasciatore. Un interesse già "evidente quando l'Egitto ha adottato la propria strategia di trasformarsi in un centro energetico regionale nel Mediterraneo orientale", ha ricordato. Il Forum, cui partecipano anche Grecia, Cipro, Israele, Giordania e Palestina, "fornisce una risposta alla sfida che preoccupa i decisori della regione: come creare un quadro per una cooperazione costruttiva che riunisca tutti i paesi" dell'area regione e che "si basi sui fondamenti del diritto internazionale" evitando "qualsiasi controversia politica", ha detto ancora Badr.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo