Italia-Egitto: Terzi al Cairo, forte sostegno a transizione

17 gennaio, 16:20

(ANSAmed) - ROMA, 17 GEN - Il ''forte sostegno dell'Italia alla transizione'' e la convinzione che un ''Egitto democratico rappresenti un pilastro fondamentale per il rafforzamento della pace e della stabilita' nel mediterraneo e in Medio Oriente'' sono i messaggi forti che il Ministro degli Esteri Giulio Terzi portera' al Cairo giovedi' prossimo.

Una missione importante, come ha spiegato durante il briefing settimanale il portavoce della Farnesina Maurizio Massari, che arriva ''ad un anno esatto dallo scoppio della rivoluzione'' in un paese con il quale, per tutta la transizione ''i rapporti non si sono mai interrotti''. Fitta l'agenda di incontri di Terzi, che vedra' il capo di Stato provvisorio Hussein Tantawi, il presidente del Consiglio dei Ministri Kamal El Ganzoury e il Ministro degli Esteri Mohammed Kamel Amr, con il quale affrontera' i principali temi di attualita' internazionale, dalla Siria, all'Iran, alla Libia.

Ma al Cairo Terzi affrontera' anche il delicato tema della liberta' di culto, sul quale l'Italia si sta impegnando da tempo. Per questo il ministro degli esteri avra' una serie di colloqui con i rappresentanti delle pricipali comunita' religiose. La missione del titolare della Farnesina si concludera' con un pranzo di lavoro con il segretario Generale della Lega Araba Nabil Elkaraby.

Ad unire Roma e il Cairo, oltre al forte sostegno italiano alla transizione democratica anche un partenariato commerciale strategico, con l'Italia primo partner commerciale e secondo assoluto dopo gli Usa e un interscambio per un valore complessivo di 2,8 miliardi di dollari (il 6,5% dell'interscambio totale dell'Egitto). E l'obiettivo di Roma, come ha sottolineato Massari, e' quello di riprendere, una volta concluso il percorso politico elettorale, i summit bilaterali tra i due paesi, interrotti durante le rivolte.

A sottolineare l'importanza della visita anche l'ambasciatore egiziano a Roma Mohamed Farid Mohamed Monib, che ha ricordato i forti rapporti economici e commerciali tra i due Paesi, assicurando che nel corso della missione Terzi verra' aggiornato sugli interventi delle autorita' egiziane ''per garantire la sicurezza di tutti gli investimenti italiani'' e augurandosi che ''il sostegno italiano si traduca in passi concreti'' che puntino a maggiori investimenti nel Paese.(ANSAmed).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Business opportunities

Il sistema informativo sulle opportunità
di business all'estero

News dal Mediterraneo